HomeChi siamo Catalogo Eventi Rassegna Stampa Contatti
  EVENTI
18 Ottobre 2017 - ore 20.45
Desenzano del Garda, Villa Brunati, viale Agello 5
Tersite Rossi
I signori della cenere

tutti gli eventi
CATALOGO
Produzione varia
Narrativa
Musica
Editoria locale
Arte
Riviste
Altre collane
Teatro
Saggistica
Elenco Autori Cerca nel catalogo  
Inserire una sola parola  
    SCHEDA AUTORE
Alfredo Oriani

Le opere di Alfredo Oriani, scrittore faentino (1852-1909), da più di mezzo non sono facili da reperire perché le loro edizioni sono rare e gli omaggi critici a lui dedicati mai clamorosi. La sfortuna che circondò in vita questo romagnolo geniale e arruffone, ma anche il manipolatorio tributo postumo del conterraneo Mussolini, che ne curò l'opera omnia da Cappelli mentre s'impossessava dello Stato, continuano a tenercelo a distanza. Nei saggi di La lotta politica in Italia (1892) e La rivolta ideale (1908), Oriani evoca buona parte dei miti e delle fantasie di potenza che investivano allora una borghesia e un'ex aristocrazia marginalizzate e rurali: miti e fantasie fermentanti nel confuso nazionalismo dilagato a cavallo tra i due secoli, nell'involuzione crispina del mazzinianesimo, e nel brodo di un anticapitalismo tardoromantico che al culto della forza mescolava una sopravvalutazione perfino grottesca della vita spirituale. Diverso è il discorso per il romanziere, nel quale i difetti si rivelano spesso il rovescio di sorprendenti doti intuitive. Dobbiamo a Oriani alcune delle prove narrative più moderne del nostro ultimo Ottocento: dalla Disfatta (1896) a Vortice (1899) a Olocausto (1902). Ma prima di questi libri maturi, spicca nella sua opera il romanzo giovanile No, uscito da Galli nel 1881 sotto lo pseudonimo di Ottone di Banzole, riproposto nel testo di quella prima edizione per la nostra collana I chiodi (2017).

TUTTI I LIBRI DELL'AUTORE CON EDIZIONE PENDRAGON

No
  I messaggi dell'editore
Il sindaco di Bologna regala a a Papa Francesco una copie de IL FRATE di Roberto Roversi.

Sarà in libreria a partire dal 5 ottobre il testo, finora inedito, che Roberto Roversi scrisse nel 1983 su San Francesco D'Assisi e che ieri - 1 ottobre - è stato donato dal sindaco Virginio Merola a Papa Bergoglio in visita a Bologna.

 



[continua]
 
Guida all'acquisto

Leggi
 
Librerie e distribuzione

Guarda l'elenco
 
Invia qui il tuo manoscritto

Leggi come fare
 
 
 
PENDRAGON 2.0
 
 
Su Facebook le numerose iniziative promozionali, i messaggi in tempo reale, i "botta e risposta"...

Il nostro canale YOUTUBE raccoglie Booktrailer, recensioni, interviste, presentazioni, curiosità...